Sciare senza sci

Oggi ho accettato l’invito della Campionessa Europea di sci a piedi nudi, Paola Aimone che mi ha fatto provare questa disciplina al lago di Viverone. Siamo salite in barca con il mio allenatore Leonardo Maccapani alla guida, e dopo aver indossato muta e life, ho calzato delle scarpette per essere inizialmente agevolata. Tenendomi alla sbarra accanto al motoscafo, mi sono seduta sull’acqua appoggiando le piante dei piedi sulla superficie. “quando prendiamo velocità l’acqua si fa dura e solo in quel momento devi alzarti piano, senza caricare troppo il peso sui piedi altrimenti non galleggi ma affondi”, così diceva Paola e ci sono voluti un paio di tentativi prima di riuscire a tirarmi su. È stato bello sfrecciare veloce sul lago, separata soltanto dalla suola delle scarpette e con i loro complimenti mi sono sentita brava. Con gli sci è più semplice perché si ha più superficie d’appoggio ma la posizione da mantenere è davvero simile. Mi piacerebbe riprovare nel tempo libero per imparare a sciare scalza dietro alla barca e so che sarà possibile avendo Paola come maestra.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...